Abuso d’ufficio, indagato il procuratore di Taranto Capristo

Al centro dell’indagine il presunto complotto nei confronti dell’Eni quando il magistrato era a capo della Procura di Trani

Carlo Maria Capristo, Procuratore della Repubblica di Taranto

La Procura di Messina ha iscritto nel registro degli indagati, per abuso d’ufficio, il procuratore di Taranto Carlo Capristo. Le accuse si riferiscono all’epoca in cui il magistrato era a capo della Procura di Trani e riguardano la vicenda dell’esposto anonimo su un presunto complotto contro l’Eni e il suo ad Claudio Descalzi recapitato alle procure di Trani e Siracusa. «Sono stato già interrogato dai colleghi di Messina alcune settimane fa alla presenza del mio difensore e ho rappresentato loro la correttezza del mio operato», ha dichiarato Capristo. «Nessuno poteva immaginare all’epoca alcun preordinato depistaggio».

Share Button