Il Prefetto di Potenza ha disposto la chiusura di un’armeria in provincia

Il provvedimento, che è stato comunicato alla stampa dalla Questura del capoluogo lucano, è giunto in seguito alle indagini relative alla “contraffazione di numerosi diplomi di idoneità al maneggio delle armi ai fini del conseguimento fraudolento di licenze di porto d’armi” per le quali sette persone sono state segnalate alla Procura della Repubblica di Potenza, responsabili a vario titolo di reati quali la truffa aggravata, falso materiale e uso di atto falso.

Il Prefetto di Potenza, ha dunque, per decreto, disposto la chiusura di un’armeria in provincia di Potenza, il cui titolare risulta tra gli indagati mentre il Questore ha revocato i porti d’arma rilasciati agli altri indagati che hanno fruito dei diplomi falsi per ottenere le licenze.

Il comunicato della Questura conclude ricordando che le indagini proseguono e potrebbero essere suscettibili di ulteriori sviluppi.

Share Button