Pregiudicato ucciso nel Materano: un’altra persona è fuggita

 

Un agguato in perfetto stile mafioso – consumato in un bosco di Montescaglioso (Matera) nel pomeriggio del 27 maggio scorso, culminato con l’omicidio di Antonio Grieco (52 anni) e con la fuga di un’altra persona – oppure un “vertice” tra clan lucani finito male, che poteva trasformarsi “in un vero e proprio bagno di sangue”: sono queste le piste seguite, al momento, dalla Dda di Potenza, e che hanno portato al fermo di Giuseppe D’Elia (56) “storico esponente del clan Zito-D’Elia”, che sarà convalidato nelle prossime ore.
Alcuni particolari delle indagini – svolte dalle Questure di Potenza e Matera, e ancora in corso per rintracciare il secondo
presunto partecipante all’agguato – sono state illustrate stamani, a Potenza, nel corso di una conferenza stampa dal
Procuratore della Repubblica, Francesco Curcio, e dal pm della Dda, Anna Gloria Piccininni.

Share Button