Cronaca. Ucciso ergastolano nel nord Barese, era in permesso

Un  ergastolano, Cosimo Damiano Carbone, di 63 anni, è stato ucciso nei pressi della sua abitazione a Trinitapoli, tra le province di Bari e Foggia. L’uomo era ritenuto dagli inquirenti al vertice della mafia di Trinitapoli. Era stato condannato
all’ergastolo, ma beneficiava periodicamente della detenzione domiciliare per problemi di salute. L’uomo sarebbe stato ucciso con almeno tre colpi di fucile.
I carabinieri starebbero verificando la presenza di un’altra persona che era in auto con la vittima al momento dell’agguato.
L’auto dei sicari – a quanto si apprende – sarebbe stata trovata completamente bruciata. Un valido aiuto alle indagini potrà
giungere attraverso la visione dei filmati delle telecamere di sicurezza installate nella zona.

Share Button