Barletta, uomo evaso dai domiciliari è stato trovato morto in un’azienda andate in fiamme

Un uomo evaso dai domiciliari, dove si trovava con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, è stato trovato morto in un calzaturificio di Barletta in cui era divampato un incendio. L’uomo di 55 anni è stato trovato sul pavimento con una corda al collo ma il corpo non è stato raggiunto dalle fiamme. Sono stati i vigili del fuoco a trovare il cadavere, intervenuti per spegnere l’incendio.

Sulla vicenda indaga la polizia che sta ipotizzando il suicidio per la morte dell’uomo evaso dai domiciliari.

L’azienda in cui è stato ritrovato è di proprietà della figlia. A quanto si apprende, secondo i primi accertamenti, la causa del decesso sarebbe asfissia da impiccagione. Ieri mattina, durante un controllo di routine, la polizia non ha trovato l’uomo nella sua abitazione. E durante la successiva
perquisizione dell’appartamento sarebbero stati trovati alcuni biglietti in cui l’uomo avrebbe manifestato la volontà di compiere gesti eclatanti.

Share Button