A Casamassima un riconoscimento alla Polizia Locale per aver salvato due ragazzi dalle fiamme lo scorso 6 febbraio

Una fuga di gas, poi l’esplosione all’interno dell’abitazione in via Libertà a Casamassima a causa di una bombola, lo scorso 6 febbraio. Salvi per miracolo due ragazzi tratti dalle fiamme, senza esitazione, dal commissario Gianvito Gioia e dal sovrintende capo Giuseppe Maino. Per loro, membri della polizia locale, arriva un riconoscimento da parte del Comune di Casamassima e dal primo cittadino Giuseppe Nitti Immediatamente allertati da una telefonata giunta al comando di Polizia locale, Gioia e Maino, assieme ai colleghi Nicola Girolamo, Angelo Di Turi e Angela Piconio, si precipitarono sul luogo indicato, trovando la casa già avvolta dalle fiamme. Così, facendosi strada con un estintore prontamente prelevato dagli uffici del comando di Polizia locale già prima di arrivare sul posto, Gioia e Maino si sono fatti strada tra alte lingue di fuoco, cominciando a domarle e riuscendo a portare in salvo i due ragazzi che, colti all’improvviso dall’incendio e dal fumo. Con l’aiuto di una scala, il commissario e il sovrintendente capo hanno portato al sicuro i due ragazzi mentre i Vigili del Fuoco, hanno provveduto a domare definitivamente l’incendio. Fondamentale per la riuscita di tutta l’operazione è stato anche il contributo offerto dagli altri rappresentanti del corpo di Polizia locale. Per loro una cerimonia di riconoscimento che si è conclusa con la consegna delle mostrine a Gioia e Maino, da parte del sindaco Giuseppe Nitti, con il sentito attestato di riconoscenza a tutto il corpo di Polizia locale, da parte dell’intero consiglio comunale.

Share Button