In arrivo 100mila nuovi ulivi in Puglia. Ad annunciarlo il consorzio Unaprol

100mila nuove piante di ulivo saranno presto consegnate agli olivicoltori pugliesi dal consorzio olivicolo Unaprol. Ad annunciarlo, il presidente David Granieri che, partecipando alla manifestazione promossa dalla Coldiretti, in piazza a Montecitorio, ha poi dichiarato: “Il contrasto alla Xylella dovrebbe essere un’assoluta priorità per il governo perché parliamo di una piaga terribile che rischia di uccidere l’olivicoltura. “La Puglia – ha aggiunto Granieri – quest’anno ha visto calare la produzione di olio di oliva del 65%, a causa delle gelate e della Xylella, una diminuzione record che ha coinvolto tante regioni, dal Lazio alla Sicilia, per un calo complessivo, a livello nazionale, del 57%”. Senza immediati provvedimenti, quindi, secondo il presidente del consorzio olivicolo, il settore rischia di sparire. “E’ necessario un Piano olivicolo nazionale 2.0, – ha proseguito – servono investimenti per rilanciare il comparto, bisogna programmare, fare più ricerca, migliorare il monitoraggio, contrastare le contraffazioni, diminuire i punti di ingresso delle piante provenienti dagli altri Paesi e andare verso una nuova classificazione dell’olio extravergine, restringendo il limite di acidità per combattere le frodi e aumentare la qualità”. Secondo David Granieri, quindi, bisognerebbe puntare su questi aspetti per restare competitivi sul mercato internazionale, ma occorrono seri e immediati provvedimenti da parte del Governo.

Share Button