Frana a Senise: chiuso tratto della Sinnica

La frana in questione ha una storia già ampiamente conosciuta, soprattutto dai titolari dell’agriturismo che si trova a monte della collina che già da tempo avevano fatto segnalazioni agli enti competenti. “La nostra prima segnalazione risale a più due anni fa- ci ha spiegato il geologo Antonio Petraglia- la collina è attraversato dalla rete idrica del Consorzio di Bonifica. A monte c’è la vasca di raccolta delle acque. Dopo alcuni sopralluoghi e studi ho scoperto che il tubo di scarico di questa vasca era sotterrato proprio in corrispondenza della testa della colonna di frana del pendio, con immissioni di acque incontrollate che sono tra le cause dell’indebolimento del terreno. In più abbiamo fatto fare controlli anche sulla tubazione che attraversa la parte alta del pendio di questa frana e abbiamo visto che il tubo è leggermente flesso, con un po’ di fuoriuscita d’acqua”. Con il Comune di Senise, circa un anno fa, era stato predisposto un progetto per il consolidamento. Il progetto era stato inviato alla Regione Basilicata, all’Ufficio Difesa del Suolo, affinché fosse ammesso a finanziamento.

La Strada Statale 663 “Sinnica” è momentaneamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni di marcia, si legge in un comunicato Anas. Il traffico è interrotto tra lo svincolo di Noepoli (km 41) e lo svincolo Sarmentana (km 57). La circolazione è deviata, come da indicazioni, lungo le ex provinciali 158 “Sinnica – Sarmentana”, 29 “Valsinni – Noepoli” e 13 “Della Valle del Sarmento”.
“La chiusura totale al traffico – termina il comunicato – si è resa necessaria poiché dai rilievi effettuati dai tecnici Anas, risulta che la frana sia ancora in movimento”.

Share Button