Bari, smantellato il “supermarket” della droga a domicilio. “Messaggi promozionali sui telefonini dei clienti”

Otto in manette, le indagini scaturite dagli omicidi a Japigia a inizio 2017
Oltre 300 contatti che periodicamente ricevevano messaggi sul telefonino con le offerte. Non del supermercato, ma della droga a disposizione. Gli agenti della Squadra Mobile di Bari hanno smantellato un’organizzazione dedita allo spaccio di stupefacenti organizzata in modo “aziendale”: turni, ripartizione territoriale, gestione dei contatti telefonici grazie al sistema del trasferimento di chiamata che metteva al sicuro i pusher nel caso uno di loro fosse finito nelle mani delle forze dell’Ordine. Un’operazione che ha preso le mosse dalle indagini sugli omicidi nel quartiere Japigia di inizio 2017. Il sistema sarebbe stato ideato da Franco Barbieri, una delle vittime degli omicidi, e poi preso in gestione dai pusher. In manette sono finiti in otto, sei in carcere, uno ai domiciliari e uno con obbligo di firma. Una nona persona è ancora ricercata. Di particolare rilievo il ritrovamento del libro mastro dei clienti, tra cui ci sarebbero molti professionisti baresi.

 

Share Button