Bomba Foggia: ripreso dalle telecamere di videosorveglianza l’attentatore

Incappucciato e in bicicletta. É arrivato così davanti al negozio in via Lucera a Foggia, ha lasciato l’ordigno e poi è andato via prima di farlo esplodere. È stato incastrato dalle telecamere di videosorveglianza l’attentatore su cui Carabinieri e Polizia stanno indagando,. L’uomo ha posizionato un plico ai piedi della saracinesca, poi ha acceso la miccia ed è fuggito. Divelte le saracinesche, in frantumi l’insegna luminosa e danni anche a parte degli arredi interni. Per alcune ore l’intero quartiere è rimasto senza corrente elettrica. I primi rilievi sono stati compiuti dai carabinieri, ora le indagini – su disposizione della Procura di Foggia – passeranno agli agenti della squadra mobile che indagano sul primo ordigno fatto esplodere la notte del 15 ottobre scorso. Si tratta infatti della seconda bomba ai danni della stessa attività nel giro di 4 mesi. Motivo per il quale la titolare del negozio, in uno sfogo affidato a un video pubblicato in diretta su facebook, ha chiesto aiuto alle istituzioni e alle forze dell’ordine. Dall’inizio del 2019, questo è il terzo caso di esplosione ai danni di attività di imprenditori a Foggia: il primo risale al 7 gennaio ai danni di una profumeria in via Lecce;il secondo il 13 gennaio davanti all’ingresso della villa del titolare di un allevamento avicolo e, infine, l’ordigno della scorsa notte. A questi vanno aggiunti i due atti incendiari avvenuti a distanza di due giorni l’uno dall’altro, ai danni di una friggitoria che si trova nel centro storico della città.

Share Button