Bari, picchiava mamma e sorella. Arrestato un 18enne

La Polizia ha arrestato un giovane, diventato maggiorenne da poco, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione e violenza sessuale. L’arresto è scattato dopo che la polizia ha interrotto una lite tra il giovane, la sorella e la madre scaturita dalla richiesta di 20 euro. Al rifiuto della madre, il giovane le avrebbe lanciato contro un coltello colpendola al piede e, dopo averla minacciata impugnando delle forbici, avrebbe anche colpito sua sorella con un pugno al volto. Il giovane era già stato fermato da uno zio, accorso sul posto dopo aver udito le urla della nipote. Alla Polizia le due donne hanno riferito che episodi del genere si ripetevano dal 2014 con una frequenza pressoché quotidiana. Spesso il giovane le avrebbe maltrattate colpendole con schiaffi e pugni, sputi, insulti e minacce di morte. In alcune occasioni lo stesso, esibendosi nudo alle donne, le avrebbe insultate e avrebbe richiesto loro prestazioni sessuali.

Share Button