Bari pronta all’arrivo del maltempo. Divieti sulla circolazioni. Possibili voli cancellati

Questa volta è stato puntale. Il maltempo che si sta abbattendo al Sud Italia era stato annunciato da tempo con precipitazioni anche a carattere nevose a bassa quota. Si tratta di un ondata di gelo che arriva dalle zone artiche e che fino al 5 gennaio colpirà il sud Italia, ed è stata ribattezzata dagli esperti “sciabolata”. A partire dalla notte del 3 gennaio le correnti fredde scenderanno dal Nord Europa le temperature potranno scendere fino a 8 gradi rispetto alle medie stagionali. La Protezione Civile Regionale in Puglia monitorerà gli eventi fornendo aggiornamenti in merito mentre il Comune di Bari ha deciso di insediare il Centro Operativo Comunale. Da palazzo di Città di Bari arriva il piano neve che permetterà di intervenire per ridurre al minimo i disagi. Sono state già consegnate all’Amiu, infatti, circa 30 tonnellate di sale da impegnare per le operazioni salatura che interesseranno strade, ponti, viadotti e ingressi agli edifici sensibili. Per lo spargimento del sale sono stati già predisposti due trattori con tramogge di Amiu e sono state allertate 3 imprese che, in caso di necessità, supporteranno le attività dell’Amiu con 2 squadre e 2 mezzi ciascuna. Già dallo scorso 31 dicembre il sindaco Antonio Decaro ha firmato l’ordinanza antifreddo per far fronte ad eventuali situazioni di emergenza relative alle persone senza dimora. Oltre alle strutture e ai posti letto già disponibili, ulteriori 85 posti saranno attivati nelle strutture convenzionate con il Comune di Bari, previa identificazione degli ospiti da parte del PIS e della Polizia Locale. In queste ore, inoltre, l’assessorato al Welfare sta coordinando le attività di approvvigionamento di legna e teli da consegnare presso i campi rom. Aeroporti Puglia invita, intanto, i passeggeri in partenza da Bari e Brindisi a raggiungere l’aeroporto con largo anticipo e monitorare lo stato del proprio volo sul sito. inoltre considerato il  peggioramento annunciato, dal 3 al 6 gennaio, i voli potrebbero subire ritardi o cancellazioni. La Prefettura ha infine diramato un’ordinanza che prevede il divieto di circolazione per i mezzi con massa superiore a 7,5 tonnellate sull’intero sistema viario della città metropolitana fino a cessata esigenza.

Share Button