Emiliano scrive al premier Conte per il piano sviluppo della Capitanata

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha inviato al presidente del Consiglio Giuseppe Conte una lettera di cui, facendo seguito all’incontro del 27 dicembre scorso nella Prefettura di Foggia sulla costituzione di un Contratto Istituzionale di Sviluppo per la provincia di
Foggia, chiede che venga costituito un “Nucleo Tecnico di Valutazione, con la presenza della Regione al suo interno”. Secondo Emiliano, questo organismo è la sede più appropriata per effettuare una verifica tecnica congiunta di tutte le progettualità candidate e da presentare da parte del territorio che verranno sottoposte all’attenzione ed eventuale approvazione
del Tavolo Interistituzionale che presiede all’attuazione del CIS. “Come ho avuto modo di sottolineare nel corso dell’ incontro – ha dichiarato Emiliano – la Regione Puglia ha destinato al territorio in questione ingenti risorse finanziarie nei diversi ambiti di intervento dell’economia, dell’inclusione sociale, dell’occupazione e delle infrastrutture”. Emiliano conferma la piena e leale collaborazione della Regione alla predisposizione del CIS della Capitanata e sottolinea di avere sensibilizzato negli ultimi mesi i Comuni e gli operatori privati presenti sul territorio alla presentazione di progetti cantierabili di grande rilievo per le prospettive di sviluppo locali. “Si tratta – ha aggiutno – di numerosi progetti che riguardano l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, la rigenerazione e lo sviluppo urbano delle città di piccola e di media dimensione, la qualificazione della gestione integrata delle risorse idriche, l’adeguamento infrastrutturale degli edifici scolastici, la realizzazione di nuovi investimenti industriali e la qualificazione di quelli già esistenti con particolare riferimento alla trasformazione e commercializzazione delle produzioni agroalimentari e di quelli a vocazione turistica”. Emiliano sottolinea quindi che molti di questi progetti resteranno esclusi dai finanziamenti regionali a causa della insufficiente dotazione finanziaria a valere sulle risorse comunitarie e nazionali e per questo, l’imminente
formale costituzione del CIS costituisce un’opportunità di grande rilievo per promuovere una proficua cooperazione interistituzionale finalizzata a favorire la realizzazione di progetti di primario interesse per il territorio sia dal punto di vista ambientale, sia per quanto concerne lo sviluppo
economico ed occupazionale.

Share Button