Taranto, le novità su mar Piccolo e Arsenale

Passi in avanti a Taranto su bonifiche del mar Piccolo e rilancio dell’Arsenale militare. Interviene il Comune sui due temi affrontati rispettivamente in Prefettura e in Provincia. Quanto al mar Piccolo, presto l’Accordo di programma: “Ho apprezzato – commenta il primo cittadino – la cautela con la quale l’assessore regionale Stea si è approcciato al delicato tema delle bonifiche sul nostro territorio. Ha avuto la capacità di sintonizzarsi subito con il duro lavoro che insieme al Commissario Corbelli abbiamo già portato avanti in questi mesi. Su queste basi il Comune di Taranto è pronto a fornire il massimo supporto in vista dell’Accordo di Programma con la Regione Puglia.” L’intesa raggiunta in Prefettura, “apre la strada all’impegno di circa 4 milioni di euro di risorse regionali in favore di interventi di bonifica sulla linea di costa del Mar Piccolo ed alla Salinella”. Torneranno a riunirsi le parti. Intanto Melucci auspica nel rinvenimento di ulteriori finanziamenti per gli interventi ai Tamburi, a cominciare da quelli inerenti la falda.

Sul futuro dell’Arsenale, l’altro tavolo: una assemblea delle Rsu, alla presenza di una rappresentanza dell’Arsenale e dell’Ammiraglio Vitiello, dei parlamentari ionici, Ermellino, De Giorgi e Turco, dell’assessore regionale allo Sviluppo economico, Borraccino, dell’assessore Castronovi per il Comune. Chiesta, dalle Rsu, l’apertura di un tavolo permanente per la valorizzazione ed il rilancio dell’Arsenale. L’amministrazione si dice “sensibile” al tema, pronta ad attivare il tavolo, pur non avendo “potere di intervento diretto nella vertenza”. L’Arsenale, “seconda infrastruttura della città”, oltre all’aspetto “prettamente industriale della cantieristica navale” conserva un “patrimonio storico, culturale e tecnico” da tutelare e promuovere, per il Comune che, con la Marina Militare, presente sul territorio da oltre 130 anni, avvierà un dialogo con il Governo.

Share Button