- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Guardia Costiera: controlli a ristoranti e pescherie del nord barese

Conclusa l’operazione della Guardia Costiera di Bari finalizzata alla repressione e agli illeciti legati alla somministrazione di prodotti ittici negli esercizi commerciali al dettaglio del nord barese. Dopo una mirata attività investigativa durata alcuni giorni, sono state sottoposte a controlli diverse attività commerciali, ponendo particolare attenzione alle attività della filiera della pesca operanti nel settore della commercializzazione e somministrazione al pubblico di prodotto ittico, quali pescherie e ristoranti. Particolarmente gravi sono state le irregolarità accertate in ordine alla conservazione degli alimenti presso un ristorante giapponese di Bisceglie, dove i militari hanno appurato la presenza di prodotti alimentari decongelati o acquistati freschi all’origine, ma poi congelati più volte e proposti alla clientela senza che fosse indicato lo stato di freschezza sul menù del ristorante. Nel corso dello stesso controllo sono stati rinvenuti, diversi prodotti scaduti e conservati all’interno di contenitori non idonei per questo scopo. Tutto il prodotto irregolare, circa 170 kg. (del valore di 1.200 euro), è stato subito sequestrato. Ulteriori irregolarità sono emerse nel corso di un controllo in una pescheria di Trani, dove gli ispettori pesca hanno scoperto, all’interno di un congelatore ubicato nel retro del locale, circa 40 kg. di prodotto ittico completamente sprovvisto di qualsivoglia informazione necessaria per ricostruirne la provenienza, oltre che per appurare la salubrità della stessa merce, ovviamente a discapito della salute degli ignari clienti. Il titolare dell’esercizio ha ricevuto una sanzione amministrativa di 1.500 euro, oltre a subire il sequestro di tutta la merce, per un valore di circa 200 euro. La Guardia Costiera, da tempo particolarmente impegnata nel contrasto a tali illeciti, raccomanda ai consumatori che si accingono al consumo di prodotto ittico, di accertarsi sempre della presenza delle informazioni obbligatorie sia sulle etichette che sui menù, non esitando a chiedere delucidazioni e chiarimenti in caso di dubbi o perplessità. I controlli destinati alla repressione di tali violazioni proseguiranno nei prossimi giorni.

Share Button