A Minervino Murge, arrestata ex badante: rubava soldi e gioielli ad una coppia di anziani

Ha approfittato della fiducia che una coppia di anziani aveva riposto in lei, per derubarli di soldi e gioielli per un valore totale di 7 mila euro. Per questo, dovrà rispondere dei reati di furto aggravato e ricettazione, in concorso, una donna di 47 anni, arrestata dai carabinieri in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, emessa dal gip del tribunale di Trani, insieme a suo figlio 26enne e ad un amico di quest’ultimo, un giovane di 29 anni, entrambi suoi complici. Secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini, avviate dai militari dopo la denuncia di una coppia di anziani coniugi di Minervino Murge, piccolo centro a nord di Bari, la donna, che nel mese di giugno scorso come badante restava la notte a dormire a casa della coppia, ne aveva carpito la fiducia tanto da usare il bancomat con il relativo codice. Con la complicità del figlio e dell’altro giovane, fra giugno e luglio erano state prelevate somme per un totale di 4.200 euro e dall’appartamento dei due anziani erano stati portati via gioielli poi venduti ad alcuni negozi Compro oro, per un totale di 2.500 euro. Le indagini dei carabinieri, coordinate dal pm del tribunale di Trani Marcello Catalano, hanno quindi consentito di ricostruire tutte le fasi dell’azione dei tre con l’acquisizione delle liste delle movimentazioni bancarie, i filmati che li ritraevano durante le operazioni di prelievo ai bancomat e la documentazione attestante la cessione dei monili ai compro-oro. Gli elementi probatori raccolti sono stati, quindi, pienamente condivisi dalla Procura della Repubblica di Trani che ha richiesto ed ottenuto dal GIP del locale Tribunale l’ordinanza di custodia cautelare, prontamente eseguita dai militari.

Share Button