Guardia di Finanza, Bancarotta fraudolenta per 4,5 milioni di euro, agli arresti domiciliari un imprenditore di Acquaviva delle Fonti

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari hanno arrestato Raffaele Labarile di Acquaviva delle Fonti, amministratore dell’impresa di pulizie CARE SERVICE S.r.l. All’imprenditore arrestato è contestata la distrazione dalle casse aziendali di risorse finanziarie per circa quattro milioni e mezzo di euro, oltre alla falsificazione e alla irregolare tenuta delle scritture contabili della società. Labarile, che formalmente risulta lavoratore dipendente di un’altra società, operante nel settore turistico, è attualmente indagato per i reati di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale. L’attività di contrasto agli illeciti fallimentari rappresenta una delle priorità a tutela dell’economia e in particolare degli operatori economici che operano, nel rispetto della legalità, delle regole del mercato e del lavoro, per una fisiologica crescita dell’attività imprenditoriale del Paese.

 

Share Button