Ilva: incendio nell’impianto Zincatura 2, nessun ferito

Un incendio, senza conseguenze per i dipendenti, si e’ verificato la notte scorsa nell’impianto Zincatura due, del reparto Laf (Laminatoio a freddo) dello stabilimento Ilva di Taranto. Danni, secondo fonti sindacali, solo all’impianto, ‘che a questo punto sara’ fermo per altre due settimane, che si aggiungono a quelle gia’ previste (2/4) per la fermata programmata di manutenzione’. Sono state le Rappresentanze dei lavoratori per la sicurezza (Rls) della Fim Cisl a segnalare l’incendio a chiedere poi il supporto delle Rsu, che hanno chiesto all’azienda chiarimenti sull’accaduto.

Questa la descrizione dei fatti fornita dai sindacati. Di seguito, invece, la comunicazione giunta dall’azienda:

“Intorno all’1 di questa notte, a causa di un corto circuito, un incendio di modeste dimensioni si è sviluppato nella cabina elettrica, posta all’esterno del capannone dell’impianto LAF, che alimenta e gestisce la linea LTZ (linea di taglio trasversale), coinvolgendo alcuni quadri elettrici.
Un gruista, dopo aver notato l’attivazione degli allarmi visivi e acustici posizionati sulla linea LTZ e all’interno della cabina stessa, ha immediatamente allertato il capo turno che ha applicato tutte le misure e le procedure di sicurezza previste.
Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco aziendali che hanno proceduto con le operazioni di spegnimento.
L’impianto di Zincatura 2, è stata fermata per un paio di ore per gestire l’emergenza e in maniera preventiva, vista la vicinanza dell’impianto.
La linea interessata dall’evento, come suddetto, è la LTZ (Linea di taglio trasversale) e non la Zincatura 2.
La linea LTZ resterà ferma fino al suo ripristino, anche considerando il fermo impianti per manutenzione al LAF già previsto”.
Share Button