Matera. Finisce in manette un 30enne dopo aver minacciato genitori e fratelli per soldi

Un uomo di 30 anni è stato arrestato a Matera dai Carabinieri con le accuse di estorsione e maltrattamenti in famiglia, ai danni dei genitori e dei fratelli, che ha minacciato di morte per farsi consegnare denaro per acquistare “cose futili”.

L’uomo era agli arresti domiciliari per reati commessi in passato. Durante la notte ha cominciato a minacciare genitori e fratelli: il padre, che da diversi mesi subiva l’atteggiamento del figlio, si è rifiutato di dargli i soldi e, visto il suo “comportamento aggressivo e violento”, ha deciso di allontanarsi in auto. Sulla vettura, dal balcone di casa, il figlio ha lanciato un contenitore di plastica, allo scopo di bloccare il padre. I Carabinieri sono intervenuti e sono riusciti a calmare l’uomo: successivamente, conclusi alcuni accertamenti e ascoltate alcune persone, lo hanno arrestato.

Share Button