Inceneritore Bari-Modugno. È stato presentato il ricorso al Presidente della Repubblica da parte del comitato “No Inceneritore”

Un ricorso scandito in cinque punti. Cinque motivazioni che hanno portato il Comitato “No inceneritore” a presentare il ricorso al Presidente della Repubblica affinchè esprima un parere vincolante sulla costruzione dell’inceneritore che avrebbe un impatto ambientale devastante. Ma le carte autorizzano la Newo Spa a costruire l’inceneritore nella zona ASI Bari Modugno. A spiegare le ragioni del No in cinque punti, è stata la neo presidente del comitato Corsina Depalo. L’inceneritore produrrebbe “perle vetrose” che si formerebbero dall’ossi-combustione. Nella vicenda inceneritore ci sarebbero delle difformità: prima tra tutte il fatto di non aver considerato le osservazioni fatte dall’ARPA.

Share Button