Arrestato dai Carabinieri a Modugno accusato di brutali violenze contro la fidanzata

I Carabinieri di Modugno, in provincia di Bari hanno tratto in arresto un ventisettenne perché ritenuto  responsabile di brutali violenze e atti persecutori ai danni di una ventiduenne.

“I fatti” riportano i Carabinieri che descrivono le vicende in un comunicato “si sono verificati da gennaio del 2018 fino a ieri mattina, quando l’uomo è stato arrestato. Le responsabilità dell’uomo sono state accertate grazie al tempestivo intervento di una pattuglia del Nucleo radiomobile in servizio di perlustrazione”.

Le violenze e le minacce da parte del 27enne sono cominciate subito dopo l’inizio della relazione sentimentale, il culmine si è raggiunto quando, all’ennesimo rifiuto da parte della ragazza di voler proseguire la relazione, l’uomo le ha messo le mani al collo, strappato i pantaloni di dosso e rinchiusa in casa impedendole di uscire.

La giovane vittima, rifugiatasi in camera da letto è riuscita a telefonare al 112, tempestivamente la pattuglia dei militari è intervenuta per liberarla. Rassicurata dai Carabinieri ha preso coraggio e denunciato l’accaduto.

L’uomo è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Share Button