A Bari sequestrato 1500 kg pesce privo di rintracciabilità

Maxi sequestro di pesce privo di rintracciabilità e ricci pronti alla vendita

La Guardia costiera di Bari ha sequestrato in un mercato all’ingrosso 1.513 chili di pesce fresco, privo di rintracciabilità, trasportato con un furgone proveniente da Mazara del Vallo. Il pesce, dopo il controllo veterinario è stato donato alle mense Caritas di Bari e Bitonto. Nella stessa operazione sono stati sequestrati duemila ricci a Manfredonia e 1.200 a Bari, un pescatore sportivo, a una pescheria e a un ristoratore. Il prodotto è stato rigettato in mare perché ancora vivo. Per i ricci c’è il divieto di cattura dall’1 maggio al 30 giugno.

Share Button