Matera. Dopo l’operazione della Procura di Potenza, altri arresti e sequestri di droga

Emergono ulteriori particolari sui risultati conseguiti dal personale della Polizia di Stato in servizio presso le Squadre Mobili di Matera e Potenza durante l’esecuzione dell’Operazione “Rosso di Sera”, portata a compimento la scorsa notte in Matera.

“Difatti” sottolineano dalla Questura di Matera “nel corso della perquisizione domiciliare effettuate a carico dell’indagato Erasmo Belmonte sono stati rinvenuti e sequestrati diversi quantitativi di sostanza stupefacente ed, in particolare, 36 grammi di cocaina, 465 grammi di marijuana e 100 grammi di hashish nonché 5 piante di marijuana”.

All’uomo sono stati sequestrati anche alcuni strumenti utilizzati per il confezionamento e lo spaccio delle droghe nonché una consistente somma di denaro contante superiore a quattromila euro.

Per Belmonte, destinatario nella giornata di mercoledì di un provvedimento di obbligo di firma, sono adesso scattate le manette e l’uomo, dopo essere stato arrestato, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Matera per ivi rimanere a disposizione della D.D.A. di Potenza.

Le perquisizioni domiciliari effettuate dalla Squadra Mobile sono state estese anche ad una donna materana, di 35 anni, che “sebbene non risulti formalmente indagata nell’operazione” sottolineano dalla Polizia di Matera  “era sospettata dagli inquirenti di essere complice di Belmonte”.

Nell’appartamento e nel garage in uso alla donna la Polizia di Stato ha infatti rinvenuto 715 grammi di cocaina, 900 di marijuana e 130 grammi di hashish, pronta ad essere immessa sul mercato delle sostanze stupefacenti. 

Così anche lei è stata arrestata, essendo risultata la persona detentrice della più ingente quantità di droga sequestrata. La ragazza è reclusa presso la Casa Circondariale di Matera dove è in attesa della definizione delle procedure tese alla convalida dell’arresto di cui si occupa la Procura della Repubblica di Matera.

Infine, sempre durante le perquisizioni domiciliari effettuate a margine dell’Operazione “Rosso di Sera”, la Polizia di Stato ha tratto in arresto anche il sorvegliato speciale Giuseppe Martulli, 42enne, di Matera (non indagato nell’operazione)  nella cui abitazione è stato trovata della sostanza stupefacente del tipo cocaina nonché un bilancino ed altro materiale per il confezionamento delle droghe.

L’uomo, peraltro, è risultato contravventore agli obblighi derivanti dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, essendosi allontanato da casa prima dell’orario previsto. Pertanto, anche per  lui si sono aperte le porte del carcere e la sua posizione è al vaglio della Procura della Repubblica di Matera.

Share Button