Maltrattamenti su Disabili a Venosa. Associazione genitori: azioni di contenimento

“Il presentare in modo scandalistico dovute azioni di contenimento, poste in essere con responsabilità e tatto verso ragazzi ospiti dell’Istituto di Venosa, a salvaguardia e tutela della propria e altrui salute, è atto di irresponsabilità e deliberato sabotaggio, posto in essere con finalità altre”.

Lo ha scritto, in una nota, Franco Deramo, per il Direttivo dell’Associazione dei Genitori dei ragazzi ospiti del Centro di riabilitazione dei Padri Trinitari di Venosa e Bernalda.

“Azioni ritorsive, azioni ricattatorie” è sottolineato nel comunicato “non possono essere usate per annientare o infangare la gloriosa storia di assistenza e di servizio resi dall’Istituto, struttura sanitaria di eccellenza, in oltre cinquant’anni da operatori generosi, sensibili e con alta professionalità”.

Al direttore, padre Angelo Cipollone, “che ha donato” hanno evidenziato i rappresentanti dell’Associazione dei Genitori “la sua vita per la salute di tanti nostri figli, tutti indistintamente amati, curati e serviti come figli suoi, la nostra solidarietà e la nostra stima, unitamente ai medici, agli educatori e agli assistenti, da noi tutti profondamente apprezzati”.

Share Button