A Lavello (PZ) denunciato un insospettabile cittadino: in casa aveva reperti archeologici

Un uomo di 66 anni è stato denunciato in stato di libertà alla magistratura dai Carabinieri, a Lavello (Potenza), che hanno trovato nella sua casa decine di reperti archeologici.

L’uomo era considerato un “insospettabile”: è accusato di illecito impossessamento di beni culturali appartenenti allo Stato. I militari hanno trovato 87 reperti archeologici: 33 monete antiche, un ferro ricurvo e sei pesi da telaio, quattro piatti, cinque anfore e 38 vasi di terracotta, risalenti ad un periodo compreso fra il quarto e il terzo secolo avanti Cristo.

Durante i controlli, altre tre persone sono state denunciate: due per furto aggravato e una per aver rifiutato di sottoporsi ad accertamenti sul proprio grado di ebbrezza alcolica.

Share Button