Operazione “Periferie Sicure”, tra Minervino e Spinazzola: un arresto e una denuncia

I controlli dei Carabinieri nell’ambito dei controlli intensificati disposti dalla Compagnia di Andria (svolti questa volta col supporto di una squadra della Compagnia di Intervento Operativo dell’14° Btg. “Calabria”) hanno riguardato le comunità di Minervino Murge e di Spinazzola, dove le Stazioni dei Carabinieri hanno coordinato sul campo i dispositivi di rinforzo che, al fine di garantire sicurezza ai cittadini, hanno potenziato, ieri sera, i consueti servizi perlustrativi.

“Oltre 40 persone identificate” scrivono i militari in un comunicato “controllate circa 15 autovetture, elevando una decina di contravvenzioni al Codice della Strada. 9 i detenuti agli arresti domiciliari ispezionati”.

Nell’ambito di questi controlli è stato arrestato un pregiudicato di Bitonto di 29 anni, riconosciuto colpevole di reati inerenti la violazione delle misure di prevenzione e, per questo “è stato ristretto presso la REMS di Spinazzola”.

Un altro pregiudicato sottoposto ad “Avviso Orale”, di 31 anni, è stato deferito in stato di libertà dall’Arma minervinese, poiché – nonostante il divieto – è stato trovato in possesso di un telefono cellullare.

Intensificata anche l’attenzione su persone pregiudicate, in particolare su quelle sottoposte a misure di sicurezza ed alla sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, eseguendo perquisizioni personali e domiciliari.

Share Button