Molfetta. Presunta bancarotta e riciclaggio “Gruppo Ciccolella”, nell’inchiesta anche presidente FC Bari

C’è anche il presidente del Bari Calcio, Cosmo Antonio Giancaspro, fra gli indagati in una inchiesta della Procura di Trani su una presunta bancarotta fraudolenta del “Gruppo Ciccolella” di Molfetta, società operante nel settore della floro-vivaistica.

Da questa mattina il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari sta eseguendo perquisizioni domiciliari con conseguente sequestro di documentazione cartacea e informatica. I destinatari delle perquisizioni sono i tre fratelli Corrado, Vincenzo e Antonio Ciccolella, gli avvocati baresi Michele Bellomo e Francesco Quarto, il commercialista Gianluca Petrera di Bari e il presidente del Fc Bari Cosmo Antonio Giancaspro di Molfetta. Gli indagati rispondono, a vario titolo, dei reati di bancarotta fraudolenta e riciclaggio.

Dalle indagini dei finanzieri, coordinate dal pm di Trani Silvia Curione, sono emerse “distrazioni di fondi della Ciccolella Spa (società il quotata in borsa e fallita nel gennaio 2015) e conseguente riciclaggio – è spiegato in una nota della Procura – tramite complessi passaggi di denaro e quote societarie tra società infragruppo e soggetti operanti in Italia e in Paesi Esteri (Malta e Gran Bretagna)”. (ANSA)