Lecce. Un anno fa rapinò un supermercato. Incastrato dal Dna sul mozzicone della sigaretta

Un anno fa mise a segno una rapina a mano armata in un supermercato alla periferia di Lecce. Oggi é stato arrestato dalla polizia in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip del tribunale di Lecce Edoardo D’Ambrosio su richiesta del pm Paola Guglielmi.

Si tratta di Maurizio Leone, 41 anni, di Veglie (Lecce). Ad incastrarlo è stato il suo Dna rinvenuto su un mozzicone di sigaretta che l’uomo aveva gettato davanti all’esercizio commerciale prima di farvi irruzione. Un elemento fondamentale che, aggiunto ai filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona, hanno portato all’arresto del presunto rapinatore. (ANSA)

Share Button