Ilva: sindacati, fermato convertitore Acciaieria 2 di Taranto

Il convertitore 3 dell’Acciaieria 2 dello stabilimento siderurgico Ilva di Taranto è stato fermato per motivi di sicurezza dopo una segnalazione dei sindacati. Lo rendono noto le Rsu Fim, Fiom e Uilm dell’Ilva, spiegando che “nelle fasi di lavoro vi erano accumuli e ristagni di acqua in fossa con il rischio di deflagrazione. Abbiamo pertanto unitariamente chiesto all’azienda di fermare il convertitore in oggetto per gravi ed evidenti problemi di sicurezza, forno che è stato in seguito fermato”. I sindacati hanno “riscontrato che le disposizioni di lavoro per la gestione e il controllo della perdita di acqua dal circuito di raffreddamento del convertitore, richieste nei giorni scorsi ed emesse dall’azienda, non si sono rivelate sufficienti. Chiederemo da subito – concludono – di avviare e ricevere il cronoprogramma degli interventi manutentivi al fine di rimuovere la perdita di acqua e il conseguente ripristino della necessaria sicurezza operativa del convertitore”.

Share Button