Maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione. Un arresto a Lavello, nel potentino

Nel corso della tarda serata di ieri i Carabinieri di Lavello hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un censurato 25enne del luogo, poiché ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione.

I militari sono intervenuti per una lite familiare nell’abitazione di residenza del giovane e lo hanno sorpreso “in evidente stato di agitazione” mentre, brandendo un grosso martello in ferro con cui aveva già distrutto numerosi mobili e suppellettili, stava minacciando di morte i genitori che si erano rifiutati di consegnargli 100 euro che gli servivano per l’acquisto di droga. L’uomo è stato immobilizzato,  arrestato e tradotto presso la Casa Circondariale di Potenza “così come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria del capoluogo lucano” il  martello è stato sequestrato.

Share Button