Botti illegali. Scoperta polveriera di fuochi d’artificio a Gallipoli (LE)

Una polveriera abusiva di fuochi d’artificio è stata scoperta dai militari della Guardia di finanza nel territorio di Gallipoli, nel corso dei servizi di controllo.

I baschi verdi del gruppo Lecce, in collaborazione con i finanzieri della compagnia di Gallipoli, hanno individuato una persona, incensurata, di nazionalità italiana, che trasportava a bordo di un mezzo un ingente quantitativo di materiale pirotecnico “fatto in casa”.

Nel corso dei successivi controlli nella sua abitazione, i militari hanno scoperto un laboratorio illegale di fuochi d’artificio: nei locali erano nascoste numerose attrezzature professionali per la lavorazione artigianale di materiale esplosivo e, nelle immediate vicinanze, sono state scoperte alcune casse con botti e fuochi d’artificio già confezionati e pronti per essere utilizzati.

In particolare, sono stati complessivamente sequestrati quasi 6000 componenti per il confezionamento di giochi pirotecnici e oltre 16 kg di polvere da sparo che erano stati nascosti e sotterrati nel giardino dell’abitazione.

L’uomo è stato denunciato per detenzione abusiva di prodotti esplodenti, fabbricazione abusiva e ricettazione. Nel corso del 2017 l’attività delle Fiamme Gialle di Lecce ha consentito di sottoporre a sequestro oltre 500 kg di manufatti pirotecnici.

Share Button