Scelta del Segretario Pd lucano, Santarsiero sui migranti al voto

Una brutta pagina. Mentre in Parlamento si discute dello Ius Soli in Basilicata si consuma la più umiliante delle pagine in danno dell’integrazione. Indotti da candidati in competizione nelle liste per le primarie del PD e provenienti da strutture di accoglienza, sono stati condotti al voto decine di soggetti “non capaci” di intendere semplicemente perché incapaci di leggere e parlare l’italiano e perché del tutto estranei alla nostra realtà. A dirlo tramite la sua pagina Facebook il Consigliere regionale lucano, candidato alla segreteria del Partito democratico lucano, Vito Santarsiero, nel pomeriggio del 3 dicembre, giornata lucana di votazione per la scelta del nuovo Segretario del PD lucano. A concorrere insieme al lui ricordiamo, il Consigliere regionale Mario Polese e Vittoria Purtusiello.  “La cosa è stata peraltro ampiamente denunciata in più post presenti in rete. Notoriamente è reato la circonvenzione di incapace, vale a dire indurre una persona a compiere azioni senza conoscerne gli effetti e senza sapere cosa si fa e perché. Chiederò alla commissione regionale di garanzia di verificare quanto accaduto e prendere i provvedimenti del caso.

Share Button