Tragedia della mongolfiera a Matera: è cominciato il processo

Con l’ammissione delle parti civili, è cominciato oggi presso il Tribunale di Matera, davanti al giudice monocratico Danilo Staffieri, il processo a carico di cinque persone imputate per l’episodio che l’8 ottobre 2015 costò la vita a Davide Belgrano e a Giuseppe Lasaponara, due studenti dell’Istituto tecnico per geometri a indirizzo aeronautico “Adriano Olivetti” della Città dei Sassi, morti nel corso di un volo in mongolfiera nel territorio di Montescaglioso. Il giudice ha ammesso a costituirsi come parti civili i famigliari dei ragazzi, il parroco della chiesa della Santa Famiglia, don Cosimo Roberti, dove il giovane Davide suonava l’organo per il coro, le compagnie assicuratrici Lewiner del Ministero per l’Università e la tedesca Axa presso la quale il pilota tedesco Hans Rolf Friedrich era assicurato. Sono state acquisite le richieste del pm, dei difensori e delle parti civili per l’esame delle liste testi, indagati, deposizione documentali ed esame reperti alla presenza di periti, consulenti, autorità giudiziarie. Nel procedimento, per i quali il pubblico ministero Rosanna De Fraia aveva chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio dei cinque imputati, il pilota tedesco di 73 anni, accusato di omicidio colposo per aver violato le norme sui voli in mongolfiera procurando la morte dei ragazzi. Dovranno invece rispondere, a vario titolo, di negligenza o imprudenza di cooperazione in omicidio colposo,il legale rappresentante della ‘Comunicazione in volo srl’ di Carpineti (Reggio Emilia); il legale rappresentante dell’associazione Murgiamadre, l’ex dirigente dell’Istituto tecnico, e il docente presso la stessa scuola e responsabile del progetto di alternanza scuola lavoro. L’udienza è stata rinviata all’11 dicembre 2017 per l’ escussioni dei primi testi.

Share Button