Petrolio e salute. Studio VIS, Prof. Bianchi ascoltato in Procura a Potenza

“Abbiamo parlato costruttivamente solo dei punti contenuti nel rapporto. Ho ribadito quanto scritto e reso pubblico sia sul versante ambientale sia sul versante sanitario, sul metodo dello studio innovativo ed i risultati”. Ad affermarlo è stato il professor Fabrizio Bianchi, a capo dell’equipe del CNR di Pisa che ha svolto lo studio di impatto sanitario in Val d’Agri con “associazione di rischio” sullo stato di salute delle persone che vivono a Viggiano e Grumento Nova, connesso alle attività estrattive del Centro Oli dell’Eni.

L’esponente del mondo scientifico è intervenuto sulle domande all’uscita dalla Procura di Potenza, dove è stato ascoltato nell’ambito di indagini che investono la situazione industriale petrolifera nell’area valdagrina. Nell’esprimere sensazioni positive sulla “comprensione dei dati epidemiologici”, Bianchi ha confermato che il documento si trova a disposizione del’Istituto Superiore di Sanità per le verifiche del caso. “La Regione sta portando avanti attività sul piano della prevenzione – ha concluso –  noi siamo in una fase di attesa”.

Share Button