Lavoro nero nel Potentino

Sfruttamento minorile e violazione delle norme sulla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. E’ quanto accertato in un opificio operante nel settore delle calzature con sede a Savoia di Lucania, nel potentino, sospeso dall’attività nell’ambito di controlli nazionali di contrasto al lavoro nero guidata dalla compagnia Carabinieri di Potenza ed eseguita dai militari della stazione di Vietri di Potenza, unitamente ai colleghi forestali e al nucleo Ispettorato del Lavoro del capoluogo lucano. I fatti risalgono allo scorso 7 settembre.

In particolare, i militari hanno deferito in stato di libertà il legale rappresentante dell’azienda, S.S. di 49 anni, e contestato l’impiego di 8 lavoratori irregolari su 21 e di minori, l’omessa sorveglianza sanitaria, nonché la mancata formazione ed informazione delle persone impiegate.

Denuncia in stato di libertà per il proprietario, elevate ammende per più di 15 mila euro e sanzioni amministrative per 26 mila euro.

Share Button