Trani. Fermata grazie ad un cane antidroga mentre portava in carcere 213 dosi di hascisch

Una donna è stata denunciata dalla Polizia penitenziaria mentre tentava di introdurre nel carcere di Trani, dove è detenuto un suo famigliare, 213 dosi di hascisc. Determinante – spiega il sindacato Sappe in una nota – è stato il fiuto del pastore tedesco ‘First’ che ha scovato la droga nascosta nelle parti intime della donna, che era accompagnata da alcuni ragazzini. Proprio per la presenza dei minori, il magistrato ha disposto di procedere con la denuncia a piede libero.

Share Button