Puglia, sette morti sulle strade in due giorni. La Regione: “Trend generale in calo, ma serve più prudenza”

Ponte di Ferragosto nefasto nel barese. Nel 2016 21 morti al mese
Sette morti in meno di due giorni, un bilancio da zona di guerra. E invece parliamo delle strade della Puglia, in particolare del barese, seppure allargato a un tratto di Bat, che in 48 ore hanno registrato un numero altissimo di incidenti mortali. A partire dal tamponamento che nella notte tra il 14 e il 15 agosto sulla statale 16 Bis nel nord Barese all’altezza di Trani provoca la morte di tre persone, due donne e un uomo, carbonizzate nella loro auto finita fuori strada in fiamme dopo essere stata speronata da una vettura con a bordo due ragazzi albanesi di cui uno, il conducente, è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale plurimo con l’aggravante dello stato di ubriachezza. Ventiquattro ore dopo muore Raffaele Casale, giovane chef 28enne di orgini campane di un noto locale della zona, che si schianta con la sua moto contro un palo dell’illuminazione pubblica in via Martiri di Palermo nei pressi della località Capirro a Trani. Sempre nel nord barese, sempre nella giornata di ieri, sulla 16 bis all’altezza dello svincolo in uscita per Molfetta un anziano 81enne originario di Giovinazzo a bordo di una Renault Clio perde il controllo dell’autovettura, finendo contro un camion che procedeva in direzione Bari. Infine, sulla provinciale 117 Mola Noicattaro nel pomeriggio del 16 agosto rimangono coinvolte un’autocisterna e un autovettura. Muoiono 2 persone a seguito di un’impatto frontale causato dallo sconfinamento di corsia da parte dell’autovettura che finisce la sua corsa sull’autocisterna proveniente dalla direzione opposta in prossimità di una curva. Totale, appunto, sette morti e un ferito. Un dato eclatante ma purtroppo non molto lontano dalla media: secondo i dati pubblicati proprio in questi giorni dall’agenzia regionale per la mobilità nel 2016 in Puglia si sono verificati 9932 incidenti in cui sono morte 254 persone: più di uno ogni due giorni. Ogni mese 21 persone in media muoiono sulle strade pugliesi, nonostante il trend secondo gli stessi dati risulti in netto calo. Netto, ma non abbastanza.

 

Share Button