Basilicata nella morsa incendi: necessario impiego canadair

Terra lucana costantemente nella morsa incendi, a cavallo di Ferragosto, ripresi anche in località impervie del territorio. Nel Potentino, non sono bastate 30 ore di interventi e monitoraggi tra uomini e mezzi per risolvere i roghi sul Monte Arioso, evacuato nei territori di Pignola ed Abriola tra la preoccupazione mista a rabbia dei tanti turisti in gita fuoriporta. Sul versante pignolese, giorni fa interessato da altri fenomeni fortunatamente senza conseguenze sui residenti, sono state attivate squadre di vigili del fuoco, volontari di Protezione Civile, un elicottero dei Carabinieri Forestali e due canadair, uno dei quali in azione nella giornata di mercoledì sul versante abriolano a causa delle fiamme distanti appena 50 metri dalle abitazioni.

Nelle ore centrali, allarme scattato nel bosco di Calvello ed in particolare nella zona di contrada Cerreta al confine tra Potenza e Picerno: sul posto le forze dell’ordine, Gruppo Aquile Lucane, l’Area Programma di Muro Lucano con aiuto anche dei residenti. A rischio il vicino Bosco di Ruoti, risparmiato dal vento contrario in direzione del capoluogo lucano.

Nel Materano, invece, mezzogiorno di fuoco in agro di Pomarico nei pressi della galleria sulla Strada Statale 7 ed evento più rilevante a Colobraro, dove un mezzo aereo ha aiutato a spegnere le fiamme vicine ad abitazioni e fienili.

Share Button