Scontro tra auto nel barese, tre morti carbonizzati

Due donne e un uomo – dei quali non si conoscono i nomi – sono morti la notte scorsa in un incidente stradale avvenuto sulla statale 16 bis, tra le uscite di Trani e Boccadoro, ad una quarantina di chilometri a nord di Bari. Per cause da accertare, un’auto ha tamponato una vettura che la precedeva, uno dei due veicoli e’ finito fuori strada ed ha preso fuoco. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Barletta e le forze dell’ordine. E’ stato arrestato, anche perche’
ubriaco, il conducente 22enne albanese della Fiat Stilo che la notte scorsa, alla periferia di Trani, ha tamponato una Toyota Aygo sulla quale viaggiavano tre persone, tutte morte carbonizzate nel rogo della loro vettura. L’arrestato e’ accusato di omicidio stradale ed e’ ricoverato in ospedale per le ferite riportate nell’impatto. Nella Fiat Stilo si trovava un connazionale dell’albanese
arrestato, anch’egli rimasto ferito.  L’albanese arrestato si chiama Alensio Serjani, di 22 anni; è nato in Puglia. Subito dopo l’ incidente ha ammesso alla polizia stradale di essere lui il conducente della Fiat Stilo che ha tamponato la Toyota Aygo. Le ferite riscontrate sul suo corpo hanno confermato che, effettivamente, il giovane era al volante dell’auto e che l’amico connazionale era seduto al posto del conducente.  Le tre vittime dell’incidente stradale avvenuto la notte scorsa alla periferia di Trani sono Angela Maddalena, di 54 anni, la cittadina ucraina Svitlana
Kovalova e Antonio Montrone, di 57, tutti residenti a Bisceglie. I loro corpi sono rimasti carbonizzati dopo che la Toyota Aygo sulla quale i tre viaggiavano e’ stata tamponata ad alta velocita’ dalla Fiat Stilo condotta dall’albanese residente in Puglia Alensio Serjani, di 22 anni, che e’ stato arrestato per omicidio stradale plurimo. Serjani aveva un tasso alcolemico superiore al limite consentito. (ANSA).

 

Share Button