Violenza sessuale e stalking, 28enne bengalese arrestato a Taranto

Un 28enne bengalese, nullafacente, domiciliato a Taranto, è stato arrestato dai carabinieri per estorsione aggravata, violenza sessuale continuata, atti persecutori ed interferenze illecite nella vita privata. Al giovane è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Benedetto Ruberto su richiesta del sostituto procuratore Ida Perrone.

Secondo quanto ricostruito dai militari, il bengalese avrebbe violentato la donna in più occasioni terrorizzandola con un coltello e un’ascia. Inoltre si sarebbe fatto consegnare dalla malcapitata denaro e un telefono cellulare, minacciandola di inviare al suo datore di lavoro video relativi alle pessime condizioni della sua abitazione. La ricostruzione degli episodi di violenza si è basata anche sulle dichiarazioni della convivente del bengalese, indagata a piede libero per concorso nei reati di estorsione e atti persecutori, la quale ha confermato quanto accaduto in ordine al reato di violenza sessuale.

Nell’abitazione del bengalese i carabinieri hanno trovato e sequestrato un’ascia di 47 cm, un coltello e il telefono cellulare con cui inviava alla sua vittima messaggi intimidatori.

Share Button