Scontro treni: ok decreti governo, 10 mln indennizzi

 

BARI. La sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi ha firmato, a quanto si apprende, i decreti con cui saranno trasferite le risorse alle famiglie delle vittime dello scontro tra treni dello scorso 12 luglio in Puglia, un incidente ferroviario in cui persero la vita 23 persone. Il governo ha stanziato 10 milioni per indennizzare i feriti e le famiglie delle vittime: concluso l’iter per l’istruttoria dei risarcimenti, adesso arriva lo stanziamento. (ANSA).

 

“Lo scontro fra treni tra Andria e Corato del 12 luglio dello scorso anno stata una tragedia causata da un diverso regime di sicurezza, ora non più così”. Lo ha detto a Barletta il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Umberto Del Basso De Caro, a margine di un incontro sul ‘Patto per il Sud’ organizzato dal consigliere regionale pugliese Ruggiero Mennea. L’incidente ferroviario provocò 23 morti e 50 feriti. “Le linee ferroviarie nazionali – ha spiegato il sottosegretario – sono sotto il controllo dell’Ansf, l’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, mentre le tratte regionali in concessione erano sottoposte a un diverso grado di controllo, esercitato dall’Ustif e gli standard non erano proprio gli stessi”. “Li abbiamo unificati – ha concluso Del Basso De Caro – per evitare che ci fossero cittadini di serie A e cittadini di serie B, una sicurezza di serie A e di serie B”. (ANSA).
 

Share Button