Arrestati, dai Carabinieri di Bari, tre trafficanti internazionali di droga e armi

A Monza, Frascati e Trani, il personale del Comando Provinciale di Bari, coadiuvato da quello dei vari reparti competenti per territorio, ha eseguito 3 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal GIP del Tribunale barese, su richiesta della Procura della Repubblica nei confronti di altrettanti pregiudicati ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione armata finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. In carcere sono finiti Alessandro Capocchiano, 39enne, pregiudicato di origini foggiane, residente a Monza, ritenuto il fornitore milanese del sodalizio, il narcotrafficante internazionale albanese Alban Ndoj, 37enne, residente a Roma, ritenuto il canale di rifornimento romano della congregazione malavitosa e la barlettana Concetta Lavecchia, 53enne, esponente di rilievo del panorama delinquenziale del nord barese, in passato legata ad una organizzazione criminale turca, dalla quale la sua organizzazione si riforniva di stupefacenti. I provvedimenti scaturiscono da una articolata e complessa attività investigativa svolta dalla Compagnia Carabinieri di Barletta, conclusa nel 2015 e sviluppata attraverso numerose attività di pedinamento e di intercettazione, eseguite in tutto il territorio nazionale. Le precedenti misure cautelari, eseguite la mattina del 3 novembre 2016 erano riconducibili alla predetta attività di indagine che svelò l’esistenza di 3 distinti sodalizi stanziati nella provincia del nord barese, che, in stretta collaborazione fra loro, importavano ingenti quantitativi di marijuana dal Paese delle Aquile, di cocaina dalla Capitale e dal capoluogo lombardo e da Palermo.

Share Button