Taranto. La GdF ha sequestrato circa 2 tonnellate di cozze nere

Oltre due tonnellate di cozze nere sono state sequestrate da militari della Sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Taranto durante servizi di controllo lungo la banchina pescherecci della città vecchia, dove è stata individuata la presenza di una installazione abusiva di mitili tra i pontili galleggianti.

I prodotti ittici erano sprovvisti della documentazione necessaria alla loro tracciabilità. Quattro persone sono state sanzionate e per due di queste è scattata anche la denuncia per occupazione abusiva di demanio marittimo.

I militari hanno inoltre individuato, ormeggiata in banchina, una vasca di tre metri di diametro impiegata per l’allevamento abusivo di un ingente quantitativo di orate che, su disposizione dell’Asl, sono state liberate mediante l’intervento del Nucleo Sommozzatori del Corpo.

Infine, sono stati sequestrati numerosi ricci di mare “sotto misura”. L’operazione è finalizzata a contrastare la concorrenza sleale tra mitilicoltori e a salvaguardare la salute dei consumatori, ignari della provenienza dei prodotti ittici, spesso non conformi agli standard sanitari minimi.

Share Button