Inchiesta Consip: slitta audizione di Michele Emiliano

Slitta di qualche giorno l’audizione del governatore della Puglia Michele Emiliano, attuale candidato alla segreteria del Pd, nell’ambito dell’inchiesta della procura di Roma sugli appalti Consip, la centrale acquisti della pubblica amministrazione. L’atto istruttorio, fissato in un primo momento per mercoledì, è stato rinviato ad altra data, che potrebbe essere quella del 6 marzo, per una serie di impedimenti. Michele Emiliano deve essere sentito come testimone dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e dal sostituto Mario Palazzi in merito agli sms ricevuti dall’allora sottosegretario, ora ministro, Luca Lotti e da Tiziano Renzi, padre dell’ex premier Matteo, per sollecitare un suo incontro con Russo.L’ipotesi di lavoro del procuratore aggiunto Paolo Ielo e del sostituto Mario Palazzi è che Romeo possa aver beneficiato del rapporto di amicizia Renzi-Russo per mettere le mani sugli appalti Consip. Nella vicenda Consip Lotti, che ha già reso dichiarazioni spontanee, e’ indagato con il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette e il comandante della Legione Toscana dei carabinieri, generale Emanuele Saltalamacchia, per i reati di rivelazione del segreto d’ufficio e favoreggiamento. Il reato di traffico di influenze e’ contestato invece a Tiziano Renzi in concorso con altri. L’interrogatorio di Tiziano Renzi è invece fissato per venerdì.

Share Button