This option will reset the home page of this site. Restoring any closed widgets or categories.

Reset

Bari. Forse è un connazionale, l’autore dell’accoltellamento di una ragazza nigeriana

La 19enne accoltellata nei pressi del Cara di Bari il 9 gennaio scorso, gravemente indiziato un 27enne

Un uomo di 27 anni di nazionalità nigeriana, con precedenti penali, è stato fermato dagli agenti della Squadra Mobile di Bari con l’accusa di tentato omicidio e porto abusivo di arma da taglio.

Per la polizia sarebbe il responsabile dell’accoltellamento di una giovane connazionale di 19 anni, ricoverata in gravi condizioni all’ospedale San Paolo. L’accoltellamento è avvenuto nel primo pomeriggio del 9 gennaio scorso in un modulo abitativo del Centro accoglienza richiedenti asilo (Cara) di Bari, sebbene entrambi non risiedano lì.

Per cause da accertare, secondo la ricostruzione della polizia, tra i due giovani, non legati da vincoli di parentela, sarebbe nato un diverbio durante il quale la ragazza avrebbe gettato addosso al 27enne un pentolino che era sul fuoco e lui l’avrebbe accoltellata alle spalle perforandole un polmone.

Il giovane sarebbe poi fuggito ed è stato rintracciato ieri nei pressi della stazione ferroviaria, dove è stato inseguito e bloccato nell’androne di uno stabile di via Trevisani dove si era rifugiato.

La giovane, arrivata in ospedale in condizioni critiche, è stata sottoposta ad intervento chirurgico e ieri è stata ascoltata dagli agenti della Squadra Mobile. Un’audizione durante la quale la ragazza avrebbe riconosciuto l’aggressore, consentendo agli inquirenti di procedere con il fermo di polizia. L’arma usata per l’aggressione non è stata trovata. (ANSA).

Share Button