L’inchiesta sul petrolio in Basilicata. Chiesta archiviazione per l’ex compagno di Federica Guidi

Si avvia all’archiviazione l’indagine della Procura di Roma che vede indagato Gianluca Gemelli, compagno dell’ex ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi.

Il procedimento è uno stralcio giunto per competenza nella Capitale dell’indagine avviata dalla Procura di Potenza e che ha riguardato anche l’area petrolifera di Tempa Rossa. Alla luce di alcune intercettazioni emerse per questa vicenda Guidi si dimise da ministro.

Il pm Roberto Felici ha chiesto l’archiviazione per Gemelli, che era stato iscritto nel registro degli indagati a Potenza per il reato di traffico di influenze. Nella richiesta il pm scrive che Gemelli si “presenta come soggetto alquanto intraprendente alla ricerca, quale titolare di società di ingegneria, di affari e commesse nel settore petrolifero”.

Per il magistrato, “Gemelli deriva la propria autorevolezza dal fatto di essere notoriamente il compagno del ministro Guidi, condizione che egli spende con una certa spregiudicatezza anche millantando, in modo più o meno esplicito, la possibilità di trarre vantaggio da tale sua condizione”.

Tuttavia “aldilà di tali censurabili atteggiamenti – e’ detto nella richiesta di archiviazione – non emerge che egli abbia mai richiesto compensi per interagire con esponenti dell’allora compagine governativa”. (ANSA).

Share Button