Porto di Taranto, la Bellanova: “L’Agenzia per il lavoro portuale si farà anche con cambio governo”

Porto di TarantoIl governo dimissionario lascia al nuovo il decreto legge per costituire l’Agenzia per il lavoro portuale, destinata a farsi carico dei lavoratori degli scali di Taranto, Gioia Tauro e Cagliari, sinora impiegati in attività di movimentazione dei container. E’ quanto annunciato dal vice ministro allo Sviluppo economico Teresa Bellanova, la quale ha incontrato, in mattinata, sindacati e i lavoratori Tct .

La costituzione dell’Agenzia sara’ a carico delle singole Authority e queste nuove realtà si faranno carico di assorbire i lavoratori portuali in cassa integrazione o in mobilita’ (un migliaio circa fra i tre porti, di cui 520 solo a Taranto con la società Taranto container terminal da oltre un anno in liquidazione) per riqualificarli professionalmente e rioccuparli in nuove attività all’interno dei porti nell’arco di 36 mesi. All’incontro anche il parlamentare PD Ludovico Vico e l’autorità portuale Sergio Prete.

Share Button