Inchiesta a Bari. I soldi dei migranti per finanziare un gruppo di estremisti islamici

Il denaro dei migranti finanzierebbe gli estremisti di al Shabaab, gruppo di estremisti islamici somali entrati nella rete di Al Qaeda: è questo lo scenario preso in considerazione in una inchiesta condotta dalla squadra mobile di Bari sulla criminalità somala.

La notizia è pubblicata oggi sull’edizione di Bari del Corriere del Mezzogiorno. Sulle indagini – si sottolinea nell’articolo – vige il massimo riserbo, ma in realtà l’allarme è già contenuto nell’ultima relazione diffusa poco meno di un mese fa dalla Direzione distrettuale antimafia nella quale viene evidenziato il radicamento a Bari, ma con infiltrazioni nella provincia della Bat, di un clan somalo “che sfrutta la permanenza illegale sul territorio nazionale di connazionali clandestini e ne organizza i viaggi verso il Nord Europa, fornendo loro supporto logistico, introitando le somme che i parenti versano agli associati attraverso la gestione di banche on line non censite”.

Dallo studio della criminalità somala e da altre indagini emergerebbe che il business dei migranti sia la leva di un ingranaggio funzionale al terrorismo. (ANSA)

Share Button