Ferrovie Sud-Est: indaga anche Roma, fascicolo su ministeri

Ferrovie Sud EstBARI. Anche la Procura di Roma, dopo quella di Bari, ha aperto un fascicolo sulle Ferrovie Sud-Est. E’ la conseguenza dell’esposto consegnato dal ministro Graziano Delrio. Il procuratore Giuseppe Pignatone ha convocato come testimone il commissario Viero. La notizia è pubblica oggi su ‘La Gazzetta del Mezzogiorno’. L’apertura dell’inchiesta – si legge sul quotidiano – è al momento senza indagati ed è definita un atto dovuto. La Capitale potrebbe indagare – è detto nell’articolo – sugli omessi controlli da parte delle strutture ministeriali. Nel frattempo la Procura di Bari continua ad approfondire i contenuti della relazione di Viero per verificare le ipotesi di peculato, abuso d’ufficio e truffa a carico dell’ex amministratore unico Luigi Fiorillo, per 23 anni alla guida dell’azienda, e altre 13 persone tra ex consulenti e dirigenti dell’azienda. Il Nucleo di polizia tributaria della Finanza di Bari – si legge ancora nell’articolo – sta acquisendo documentazione su spese, collaborazioni e sulle società che negli ultimi anni della gestione Fiorillo hanno beneficiato degli appalti milionari, società che sono riconducibili agli stessi soggetti. (ANSA).
Share Button