- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Tragedia a Viggiano: perde la bimba mentre va a partorire

Ospedale Villa d'AgriPotenza. A Viggiano, nel Potentino, tragedia sulla strada per l’ospedale. Una donna ha perso sua figlia mentre era in procinto di partorire. La rabbia dei familiari sulle pagine de “ Il quotidiano della Basilicata”: Se fosse stato aperto il centro nascite di Villa d’Agri si sarebbe salvata”. L’ira del marito della donna: “Non si può morire così, in Villa d’Agri siamo abbandonati”. La donna è stata salvata dai medici del San Carlo.

A sostegno della famiglia la denuncia del Csil, in una nota a firma del portavoce Massaro: “E’ con amarezza, insieme alla vicinanza per la famiglia  di Viggiano, che riscontriamo che l’allarme (inascoltato) lanciato dal Csail in tante occasioni sugli effetti derivanti dalla chiusura del Punto Nascita nell’Ospedale di Villa d’Agri purtroppo è stato preso sotto gamba. Eppure avremmo potuto e dovuto contare sul sottosegretario alla Salute Vito De Filippo per ottenere l’ennesima deroga, come ci aveva illuso il precedente Assessore alla Sanità Attilio Martorano tacciandoci di “gridare a lupo!”.  E siamo alla politica sanitaria di due pesi e due misure: gli ospedali di Melfi e Policoro sono nelle stesse condizioni dell’ospedale di Villa d’Agri con nascite al disotto di 5oo unità ma restano aperti mentre i Reparti di Ginecologia, Ostetricia, Pediatria di Villa d’Agri sono stati chiusi. Una brutta vicenda – dice Massaro – Come al solito sono stati presi in giro i cittadini svuotando l’ospedale di zona di un servizio essenziale. Dopo la tragedia si individuino le responsabilità politiche ed istituzionali”.

 

Share Button